top of page
  • Immagine del redattoreGiulia

Counseling: la tua capacità di amare

Aggiornamento: 4 apr


Giulia Scandolara lettura dei tarocchi online, tarologa


La difficoltà di amare e amarsi emerge soprattutto a seguito delle letture di tarocchi. Ci sono ancora troppe persone – soprattutto donne – che mettono il proprio futuro nelle mani di qualcun altro.


Tarocchi: rivelano l'ossesione di amare

Il sano desiderio di amare viene sostituito con l’ossessione di amare. E, in questa ossessione, non ci si rende conto che si sta proiettando sull’altra persona un mito impossibile: quello del principe azzurro, o della donna ideale, a seconda dei casi.


Manca una vera e propria educazione all’amare. Spesso, la relazione sostituisce un vuoto.

Amore come pretesa

Il 90% delle persone è bloccata in una dinamica pretenziosa, in cui l’altro/a deve funzionare come una risposta alle proprie esigenze affettive.


Decade, così, la possibilità di vivere l’amore come un viaggio tra due persone che, di partenza, sono già appagate da se stesse grazie alle proprie scelte di vita personali.


Quando l’amore non è sano

Sono soprattutto le donne, a cedere all’amore malsano. Ma non si creda che gli uomini ne siano immuni. Di relazione in relazione, pare che le persone vadano a ledere intenzionalmente gli argini dell’amar bene.


Questo saltare da una relazione sbagliata all’altra ha delle conseguenze profonde, e va a ledere in modo significativo la capacità di amare la vita in senso più ampio.

La donna o l’uomo che, di volta in volta, vive relazioni tormentate, relazioni che separano interiormente anima e personalità, recide il contatto sano con la vita, e il donarsi al mondo. Diminuisce la capacità di trovare per sé ciò che ha il sapore di una corrispondenza.


Si ama bene quando non si manca ai propri principi. Si ama bene quando l’amore non viene elemosinato, e quando l’altro non è vissuto come “colui o colei che salverà la mia vita dall’assenza di un senso”. Essere amati, aggiungo, non è una questione di conquista ("devo meritarmi il suo amore, motivo per cui mi sacrifico mancando nei miei confronti").



Giulia Scandolara lettura dei tarocchi online, tarologa

L’amore è un incontro, non una pretesa

In questi anni sempre più donne hanno deciso di intraprendere un percorso di Counseling per capire la dinamica di un amore che ha dilaniato il proprio equilibrio personale.


Quando la relazione è tossica – ovvero quando sono presenti manipolazioni, ricatti, violenze verbali o fisiche – il danno aumenta. La persona diventa sempre più disillusa, e si allarga la propria ferita interiore.


I postumi della relazione tossica

I postumi di una relazione tossica possono essere considerati il vero e proprio corpus di un trauma amoroso.


Senza “tirare in ballo” i dolori dell’abbandono del passato, ad esempio da parte della propria famiglia di origine, la relazione che vìola l’amor proprio instilla nella persona un irrisolvibile senso del dubbio.


Vivere costantemente nel dubbio (di sé e degli altri) è la condanna di molte persone che, dopo un partner manipolatorio, non riescono più a ristabilire un contatto sano con la gioia di amare.

Counseling: fare un percorso serve!

Senza un percorso che vada a sanare le ferite di queste relazioni emotiviamente perturbanti, non può esserci il ripristino di un modo pulito di intendere l’amore.


L’uomo o la donna che sono reduci da una persona manipolatoria hanno bisogno di fermarsi, e prendersi un tempo di cura per rimettere ordine interiormente. Se questo ordine emotivo, interiore e profondo, non viene ristabilito, la persona vagherà nel mondo delle relazioni con una ferita aperta.


Le favole che fanno male

Il mito del principe azzurro, e di una bella addormentata nel bosco che riceve finalmente la linfa vitale per mano di un uomo, è un mito pericoloso e da distruggere. Anche perché non è poi questo, il vero senso della favola (invita piuttosto a scoprire l'animus, il principio maschile dentro di sé).


Molte donne sono ancora oggi alla ricerca del lui che le salvi. È l’uomo ideale, colui che deve essere “così, così, e così”. Deve incarnare, insomma, il principe azzurro.

Counseling: ti insegna che l'amore perfetto non esiste

Di contro: quale uomo vorrebbe mai avere questo arduo compito? Lo stereotipo del principe azzurro agisce indirettamente e in modo invisibile sulle dinamiche relazionali. Incollando spesso al compagno del momento l’immagine di chi ci deve rendere felici.


Se è vero che le donne vivono l’amore secondo questo filtro, è vero anche che, molte di esse, lo considerano naturale.


Il viaggio della relazione a due, spesso, può davvero iniziare solo nel momento in cui la donna toglie dal proprio sguardo la visione (e quindi la ricerca) del principe azzurro.


Counseling: ti aiuta a dire basta

Qual è la soluzione, per uscire da queste e altre dinamiche tossiche?


Mettersi in ascolto, intraprendere un cammino di crescita personale per imparare a predisporsi bene all’amore. Questo comporta anche l’imparare a scegliere, e a proteggersi. Fai tue le basi per l’amore sano.


Giulia Scandolara - Tarologa professionista, Gestalt e Art Counselor




Comments


bottom of page