top of page

Counseling: quando ti ascolti ti salvi

Aggiornamento: 15 apr


Giulia Scandolara Gestalt Counseling online, lettura dei tarocchi online, tarologa

Quand’è stata l’ultima volta che hai deciso di non ascoltarti? Com’è andata a finire, quella volta?


Tutti siamo sempre alla ricerca di soluzioni per vivere meglio. La vuoi sapere una cosa buffa? Abbiamo già la soluzione a portata di mano, eppure la ignoriamo.


Cuonseling: ascoltarsi, per decidere bene

Per vivere meglio basta imparare ad ascoltarsi. Più ti ascolti, e più capisci che direzione prendere davanti alle piccole, grandi sfide di ogni giorno.


Devi sapere che il tuo corpo è tarato sull’arte dell’ascolto. Ma forse tu hai spento questa funzione o non l’hai mai usata.


Counseling: ti porto ad ascoltare la ‘vocina interiore’

"Lo sapevo che sarebbe andata a finire così", mi dice Roberta, durante una consulenza. "Dovevo ascoltare la mia vocina! La mia vocina sa sempre tutto". Ed è vero.


È vero che abbiamo una vocina interiore, innanzitutto. Ed è vero che raramente la ascoltiamo.

La vocina interiore è il nostro super potere, e ci avvisa sempre in tempo. Il fattaccio, però, è che nessuno ci ha mai insegnato a credere in quella vocina. E ad assecondarla, soprattutto.


Counseling: così la smetti di ignorarti

Ecco. Il Counseling riabilita la conessione con la tua vocina interiore. Ti alleni a prenderla sul serio, ti eserciti a capire quale direzione indicano le tue emozioni. Finisce qui, la storia? No. Perché poi, ti alleno anche a intraprendere con coraggio la strada che hai scelto (cosa non automatica).


Un percorso di Counseling riabilita la tua capacità di credere alla vocina interiore, per tempo, ogni volta che devi prendere una decisione.

Lo ammetto, nel Counseling ti faccio fare una palestra intensiva di puro ascolto. Così non ti ignorerai più. Perché il punto non sono "gli altri", "il mondo che è una merda" (ops!, l’ho detto).


Il punto è: perché tu hai ignorato tutti i segnali? Perché, anche ora, ti stai ignorando? Qui bisogna fermarsi. Per trovare nuove risposte e nuove direzioni.

Segnali luminosi: mi raccomando, ignoriamoli...

La maggior parte delle volte in cui qualche esperienza finisce male, la persona esclama, a posteriori: "lo sapevo che sarebbe andata a finire così".


Counseling: perché non ci hanno insegnato ad ascoltare i segnali

La domanda sorge spontanea: se tu lo sapevi, perché non hai dato valore alle sensazioni che ti facevano presentire come sarebbe andata? Perché hai ignorato i segnali luminosi?


Le motivazioni possono essere tante:

  • non ci ascoltiamo perché andiamo di fretta

  • perché vogliamo illuderci che le cose andranno alla grande, quando le premesse ci dicono già che invece sarà un disastro

  • non ci ascoltiamo perché nessuno ci ha insegnato a credere che quello che sentiamo è giusto

Counseling: allenarsi all’ascolto

Mi piace dire che, dopo un percorso di Counseling, sarà difficile che tu ti prenda di nuovo in giro. Perché dopo la relazione d’aiuto avrai imparato a dare valore al tuo sentire. E sì: anche ad assecondarlo.


Counseling: un percorso dove impari ad ascoltarti (senza percularti)

Praticando l’ascolto, con me, impari a capire come fermarti in tempo davanti ai precipizi. E i precipizi possono essere:

  • relazioni sbagliate

  • scelte niente affatto vantaggiose

  • decisioni che pagheresti in termini economici o emotivi

Più ti alleni ad ascoltarti, e più eviti perdite di tempo, delusioni affettive, strade che non portano a niente. E questa è la bella notizia. Puoi imparare ad ascoltarti, il che significa, soprattutto, imparare a combaciare con sé stessi.


Ascoltarsi: anche Freud diceva che l'autoterapia è fallimentare

C’è anche una brutta notizia. Non è possibile imparare ad ascoltarsi da soli.

Le persone che tendono a fare "autoterapia", infatti, non stanno ascoltando la bugia di sottofondo, quella che dicono a sé stesse:"posso fare da me".


Spiacente. Ti serve qualcuno che ti porti oltre il tuo non-ascolto. Altrimenti chi prenderà per le corna i tuoi autosabotaggi, mettendoli per sempre all'angolo? Sto parlando di cose che magari tu non vedi nemmeno. Prendiamocene cura, insieme.


Giulia Scandolara - Tarologa professionista, Gestalt e Art Counselor





Kommentare


bottom of page